La ragazzina che denuncia i genitori che l’hanno venduta

Cosa è successo all’innocenza dell’infanzia? Cosa hanno fatto di sbagliato le bambine? Io ho cercato di risolvere i miei problemi, ma non tutti bambini ci riescono. E allora possono anche morire, o suicidarsi, o fare quello che gli passa per la testa in quel momento. Sono solo bambini: non hanno tempo per studiare, non hanno tempo di fare nulla. Io non sono l’unica, come me ce ne sono tanti. E piuttosto che sposarmi preferirei essere morta. Alla mia famiglia dico che con loro ho chiuso, hanno rovinato tutti i miei sogni.

IN SPOSA A 11 ANNI – Questa ragazzina con gli occhi da cerbiatto e la voce dolce si chiama Nada al-Ahdal, ha undici anni e vive a Sana’a, la capitale dello Yemen. Nada ha tentato la fuga, recandosi presso la casa di un suo zio per sfuggire a un matrimonio impostole dalla sua famiglia. Un matrimonio che la bambina si è rifiutata di accettare con grande determinazione e coraggio, descrivendo con rabbia la situazione in cui versano migliaia di ragazzine del suo paese.

VENDUTA DAI GENITORI – È Gawker a raccontare la storia di Nada, cresciuta da uno zio che l’ha mandata a scuola e l’ha allevata come se fosse una delle sue figlie. Ma quando la bimba ha compiuto dieci anni, i suoi veri genitori hanno avanzato delle pretese sulla piccola, promettendola in sposa a un ricco scapolo yemenita da anni espatriato in Arabia Saudita. Senza che nessuno avesse chiesto il consenso a lei o allo zio Abdel Salam, Nada è stata letteralmente venduta. Zio Abdel è riuscito a dissuadere il promesso sposo, ma non i genitori della bambina, che hanno pensato di rapirla per obbligarla a un altro matrimonio. Nada però è fuggita e la sua storia è diventata di dominio pubblico anche grazie alla testimonianza fornita dalla ragazzina stessa, che senza vergogna denuncia i suoi genitori, accusandoli di “averle ucciso i sogni”.

Fonte

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...