Matteo Salvini contro “l’unico ministro clandestino”

 

 

“L’immigrazione clandestina e’ un reato, gia’ avere un ministro che e’ arrivato qui clandestinamente e’ una cosa che solo in Italia puo’ accadere. Se andiamo negli altri Paesi ci ridono dietro”. E’ qunato ha affermato il segretario della Lega Lombarda, Matteo Salvini, a margine di una conferenza stampa della Lega Nord al Pirellone.

MATTEO SALVINI E LA KYENGE – “La clandestinita’ e’ un reato, penso che la maggior parte degli italiani la pensi cosi’. Se il ministro non la pensa cosi’ e’ un problema suo, spero non abbia intenzione di fare arrivare i suoi 38 fratelli tutti qui perche’ avremmo qualche problema di spazio”. Secondo Salvini “la cittadinanza e il diritto di voto non sono un regalo, non sono un biglietto premio per fare un giro di giostra”. “Quindi – ha continuato – a 18 anni uno puo’ decidere se diventare o no cittadino italiano”. “Le priorita’ sono altre, se il governo parte cosi’ parte molto male”.

E BALOTELLI? – ”Balotelli si occupi di tirare un calcio al pallone, e lo dico da milanista, e magari di riconoscere suo figlio, se ha tempo”. Lo ha detto il segretario della Lega Lombarda Matteo Salvini, parlando della disponibilita’ del calciatore del Milan Mario Balotelli a fare da testimonial per una legge che introduca lo Ius soli. ”L’Italia non ha bisogno di testimonial – ha concluso -, ma di lavoro”. (AGI)

fonte

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...